Non-ricorrenze

Ci sono le non-ricorrenze.

Bisogna chiarire cosa vuol dire, me ne rendo conto. Bene, la non-ricorrenza è quel giorno che in una vita precedente o in una storia precedente si festeggiava. Ero indeciso se fare un post su questo, ma alla fine mi sono fatto un elenco di non-ricorrenze: il 13 marzo, il 21 ottobre il 25 giugno (o 27 non ricordo), il 12 Settembre, il 16 Luglio, l’11 Dicembre. Questo mi ha fatto pensare alla temporaneità delle cose e delle persone, alla assoluta instabilità delle cose importanti. Ed infine alla capacità di ricordare, magari per un attimo.

Che poi non è che mi ricordo tanto… comunque secondo me bisogna dichiarare un giorno dedicato alle non-ricorrenze, dove ognuno di noi ripassi coscienziosamente cosa è stato e cosa ha festeggiato (perchè cosa ha festeggiato, per un certo periodo, è cosa è stato) dopodichè redigere su apposito foglio bianco l’elenco degli errori commessi (da se) e delle stronzaggini commesse (dagli altri). Infine farne un aeroplanino di carta e lanciarlo dalla finestra fregandosene dove va a finire, tanto ce ne freghiamo anche di quello che abbiamo scritto. Così, per purificarci.

E poi studiare un nuovo tatuaggio, giusto per sano egoismo.

Questa voce è stata pubblicata in Delirio. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...